Lascia un commento

DON DIEGO SANDOVAL DE CASTRO

Immagine
AMOR, LUNGA STAGION EBBI ARDIMENTO
.
Amor, lunga stagion ebbi ardimento
ogni vista sprezzar ch’agli occhi piace,
che ne sostiene in debile e fallace
sperar, ch’ogni piacer volge in tormento,
e spiegar le mie vele a miglior vento,
per giunger a quel ben, che mai non spiace;
ma tu, che ‘nvidia avesti di mia pace,
l’aura e l’ardir spengesti in un momento.
Nova beltà, dolcissime parole
mi piacquer tanto, che lo strale e ‘l laccio
mi ferì insieme et annodommi ‘l core.
.
Così caddi a la rete e così ‘l sole
de’ begli occhi disfece il duro ghiaccio,
che chiudea ‘l varco a ogni terre ardore.
.
OCCHI LEGGIADRI CHE SOAVEMENTE
.
Occhi leggiadri, che soavemente,
sol col mirar, mi depredaste il core
nel giorno ch’io non oprai ‘ncontr’Amore
l’arme da lui che mi campar sovente,
e voi man preste a innamorar la gente,
la cui beltà fa ‘l foco mio maggiore,
se vostra vista acqueta ogni altro ardore,
ond’è che sète si a celarv’intente?
Ne le fortune mie voi sète il porto
e de la mente travagliata e stanca
voi la difesa e voi ‘l conforto solo.
Ma se l’alto soccorso indi mi manca,
con tutto quel che con industria involo,
io morrò pria che ‘l mio fil giunga attorto.
.
Don Diego Sandoval de Castro (1505 – 1546) è stato un poeta spagnolo, castellano di Cosenza e barone di Bollita.
Militò nell’esercito dell’imperatore Carlo V, prima di essere investito della baronia del feudo di Bollita, oggi Nova Siri in provincia di Matera, e di ottenere la castellania di Cosenza.
Sposato per procura con la nobildonna napoletana Antonia Caracciolo ebbe tuttavia una relazione epistolare e, forse, amorosa con Isabella Morra, la poetessa lucana. Nel 1546 i fratelli di Isabella Morra lo scoprirono e uccisero donna Isabella e il suo sfortunato precettore, nel Castello di Valsinni.
Don Diego fu ucciso pochi mesi dopo a colpi di fucile durante una battuta di caccia nei boschi di Noepoli in provincia di Potenza.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Antonio Russo De Vivo

Editor & Consulente editoriale.

Carmelo Urso

En Tiempo Presente

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

Nebbia e risaie

blog di Stefano Re - scrittore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

SILENZI IN FORMA DI POESIA

Rassegna di poesia contemporanea

poesia yoklux

Luca Parenti

Casomai scrivo versi

Titti Ferrando - Blog incostante di Poesia

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

FERNIROSSO webBLOCK

Poesia - Titti Ferrando

Uscita libera

Poesia - Titti Ferrando

IN REALTÀ, LA POESIA

Critica testuale e contestuale

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Il Cuore Parlante

Poesia - Titti Ferrando

Moleskine in tasca

Poesia - Titti Ferrando

Alleluhia scrive poesie

Poesia - Titti Ferrando

Il mio vivere in poesia

Se le mie parole potessero essere offerte a qualcuno questa pagina porterebbe il tuo nome. (Antonia Pozzi)

cristina bove

versi in transfert

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: