Lascia un commento

Gezim Hajadari “Ora non mi incanta più”

.
Dolcemente l’Occidente
mi sta uccidendo.
Sogno spesso di tornare
dove nessuno mi attende.
Nella mia patria
sono uno straniero.
Oltre la Parola
nulla mi è rimasto.
I giovani del villaggio
domandano incuriositi
quando mi vedono per le strade
di trent’anni fa:
«Chi è quel signore
con la barba incanutita?»
Altri mi scambiano
per uno hoxhë (1)
“Cosa sei venuto a fare? –
mi chiede una Voce –
ciò che è andato via
non tornerà mai più!”
.
 Gezim Hajadari
.
(1) Hoxhë – sacerdote musulmano
.

Gezim Hajadari  è nato nel 1957 a Hajdaraj, piccolo villaggio collinoso della provincia di Darsìa in Albania. A causa delle sue scelte intellettuali e politiche è minacciato di morte nella sua terra. È costretto all’esilio.  Dal 1992 vive in Italia nella città di Frosinone e consegue una laurea in Lettere moderne a Roma.  La sua attività letteraria si svolge all’insegna del bilinguismo, in italiano e albanese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Antonio Russo De Vivo

Editor & Consulente editoriale.

Carmelo Urso

En Tiempo Presente

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

Nebbia e risaie

blog di Stefano Re - scrittore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

SILENZI IN FORMA DI POESIA

Rassegna di poesia contemporanea

poesia yoklux

Luca Parenti

Casomai scrivo versi

Titti Ferrando - Blog incostante di Poesia

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

FERNIROSSO webBLOCK

Poesia - Titti Ferrando

Uscita libera

Poesia - Titti Ferrando

IN REALTÀ, LA POESIA

Critica testuale e contestuale

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Il Cuore Parlante

Poesia - Titti Ferrando

Moleskine in tasca

Poesia - Titti Ferrando

Alleluhia scrive poesie

Poesia - Titti Ferrando

Il mio vivere in poesia

Se le mie parole potessero essere offerte a qualcuno questa pagina porterebbe il tuo nome. (Antonia Pozzi)

cristina bove

versi in transfert

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: