3 commenti

Filippo Niccolai – Il trovarobe

Prima sono impazzite le farfalle
e solo dopo è arrivato Settembre.
Altre volte sono state le tue assenze
ad anticipare come un presagio
il ritmo glabro delle mie parole.
Nella più fragorosa delle ipotesi
non c’è precedenza da rispettare
e l’orgasmo è sincrono come un battito
di mani, o un colpo d’ali.

Nei cerchi ottusi della mente
si compongono versi perfetti.
Li copio sopra un foglio ad occhi chiusi
poi li leggo soltanto per scoprire
che non sono più gli stessi.

Cigola la porta in un vuoto di vento
e poi non sbatte, stride il cucchiaio
sul fondo cavo della tazza
senza portare niente a galla.

Sonnecchia nel chiuso della stalla
l’ippogrifo.

Filippo Niccolai

Annunci

3 commenti su “Filippo Niccolai – Il trovarobe

  1. ‘Prima sono impazzite le farfalle
    e solo dopo è arrivato Settembre’
    tra i versi più belli che abbia mai letto …

  2. Piaciuta troppo ! nunzia binetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Antonio Russo De Vivo

Editor & Consulente editoriale.

Carmelo Urso

En Tiempo Presente

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

Nebbia e risaie

blog di Stefano Re - scrittore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

SILENZI IN FORMA DI POESIA

Rassegna di poesia contemporanea

poesia yoklux

Luca Parenti

Casomai scrivo versi

Titti Ferrando - Blog incostante di Poesia

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

FERNIROSSO webBLOCK

Poesia - Titti Ferrando

Uscita libera

Poesia - Titti Ferrando

IN REALTÀ, LA POESIA

Critica testuale e contestuale

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Il Cuore Parlante

Poesia - Titti Ferrando

Moleskine in tasca

Poesia - Titti Ferrando

Alleluhia scrive poesie

Poesia - Titti Ferrando

Il mio vivere in poesia

Se le mie parole potessero essere offerte a qualcuno questa pagina porterebbe il tuo nome. (Antonia Pozzi)

cristina bove

versi in transfert

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: